Guida alla scelta del tipo di pavimentazione

La scelta del tipo di pavimento da utilizzare all’interno di una casa è un problema molto difficile da affrontare perché necessita di diverse considerazioni dato che si tratta di un elemento che deve durare per molto tempo. Dato che il pavimento rappresenta lo sfondo visivo di ogni stanza, bisogna immaginare come questo si integri con il resto dell’arredamento che si andrà a collocare.

Ma allora come si può scegliere quale sia il pavimento più adatto alle nostre esigenze? E quali sono le differenze tra i vari tipi di pavimentazione come per esempio la differenza tra parquet e laminato?

In genere in base all’ambiente da pavimentare e lo stile d’arredo della propria abitazione si può scegliere essenzialmente tra tre differenti tipologie di pavimentazione che sono il gres, il cotto, il parquet. In commercio vi sono molti materiali per i pavimenti, scelti in base alla destinazione d’uso, tra cui è possibile scegliere come ad esempio la ceramica, il legno, le pietre naturali, le resine, il laminato e tanti altri. Nelle zone della casa dove generalmente si vive di più, il pavimento più adatto è il gres o le pietre naturali, che sono facilmente pulibili e resistenti, invece nelle zone meno frequentate si può optare per il marmo o il parquet che sono più delicati. Nella zona cucina e bagno, dove spesso l’umidità ristagna sarebbe opportuno scegliere delle piastrelle robuste in ceramica o gres, mentre nella zona letto e soggiorno l’ideale sarebbe il parquet o il cotto.

Molto importante è la scelta dei colori della pavimentazione, se si opta per colori scuri allora sarà necessario contrapporlo con pareti dai colori vivaci, un pavimento chiaro invece, è ideale per gli spazi piccoli perché dona un senso di ampiezza. In genere, per le case piccole si consiglia di scegliere la stessa pavimentazione per tutta la casa, che dona un senso di continuità, invece una pavimentazione diversa in ogni stanza si può usare per ambienti molto grandi al fine di suddividerli tra loro.

La scelta della pavimentazione per gli spazi esterni, è decisamente più ampia rispetto a quella per gli interni. Per pavimentare il terrazzo o il balcone di casa, si possono scegliere delle piastrelle in calcestruzzo o in gres, invece nelle rampe, nel gazebo, nel vialetto o nei cortili si può optare per il cotto, il gres, le scaglie e i ciottoli di pietra. La pavimentazione per spazi esterni, al di là di tutto deve supportare pesi o usi particolari quindi deve essere antiscivolo, antigelo, resistente alle intemperie ed impermeabile.

Inoltre, al fine di evitare di trascorrere molto tempo per la pulizia del pavimento, è importante in generale scegliere un pavimento adeguato all’ambiente, con la migliore protezione superficiale possibile da scolorimento, graffi, sporco e umidità. Va detto che il riscaldamento di casa può rovinare pavimentazioni in legno per cui prima di fare tale scelta bisognerebbe consultare uno specialista del settore.

Next
Cosa Mangiare in Provincia di Taranto